Passaggio sulla piccolezza di Maria

Publié le Mis à jour le

La piccolezza di Maria

Maria è la più perfetta delle creature, che non ha mai peccato, mai nella sua libertà avrebbe potuto peccare. “Essa era la creatura che aveva il più alto senso della sua vulnerabilità, della sua piccolezza. Ed essendo a tal punto cosciente, essa la offriva a Dio molto più di quanto lo facciamo noi”. M-D. Philippe precisa che Maria “non aveva alcun diritto alla impeccabilità” et che “c’era in lei come una doppia vulnerabilità, la vulnerabilità fondamentale della creatura spirituale e la vulnerabilità personale che proveniva dalla pienezza della sua grazia.” Di conseguenza, pur essendo il capolavoro della creazione, aveva una “debolezza più grande di tutte le altre creature”.

Passaggio del libro di Piero Viotto,

“La Vita di Maria, secondo Marie-Dominique Philippe”