Appunti di una conferenza del padre MD Philippe sul mistero de Natale

Publié le Mis à jour le

Natale, un mistero di presenza

Il mistero di Natale è presente per anticipare il mistero della visione beatifica. È un mistero di presenza visibile ma che rimane ancora nascosta : attraverso Gesù Bambino, è Dio che appare, è Dio che si dona di una maniera visibile, tangibile. E Maria vive di questa presenza.

La contemplazione di Maria a Natale, è vivere di questa presenza, di questo dono : « tocca » il dono del Padre nella sua sensibilità e nella sua fede, nella sua sensibilità trasformata dalla fede. È la sensibilità di una madre che riceve il suo bambino, ed è la fede virginale e contemplativa di Maria che tocca il Verbo. C’è una meravigliosa armonia in questa presenza, che è una presenza unica. Al di fuori di Natale, bisogna attendere la visione beatifica. Non si può immaginare una presenza più forte. (…)

Si è felice di ritrovare qualcuno che amiamo, ma la pace non è totale perché non c’è una perfetta armonia tra la sensibilità e il spirituale. Lì, c’è un’armonia unica che è l’opera di Dio, l’opera dello Spirito Santo. E quest’armonia ci è donata, non bisogna dimenticarlo. Non pensiamo che è riservato a Maria, che è il suo privilegio. No, ci è dato. Dobbiamo dunque già vivere di questo mistero, viverlo nella fede, sapendo che quest’armonia esiste al più intimo del nostro cuore.

padre Marie-Dominique Philippe, Conferenza al Carmelo di Limoges, Natale 1972